Officina 47, come associazione che raggruppa tutrici e tutori di minori stranieri non accompagnati si unisce all’appello, già lanciato da altre associazioni e organizzazioni impegnate nella difesa dei diritti umani, affinché sia subito garantito un porto sicuro alle navi di Sea Watch e Sea Eye.

Questa situazione, che si protrae da 14 giorni, è intollerabile e in contrasto con i principi basilari del diritto. Ci sono 49 persone a bordo, fra queste anche bambini piccoli e minori non accompagnati.

Ricordiamo che ai minori vanno riconosciuti i diritti secondo l’art. 2 della Costituzione e secondo la Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Invitiamo le Istituzioni a intervenire con urgenza per mettere fine a questa grave vicenda e per garantire a queste persone l’assistenza umanitaria e le cure di cui necessitano.

>> adobe-acrobat-pdf-file-document-32Scarica il Comunicato Stampa